venerdì 10 gennaio 2014

L'evoluzione della rete con l'uso dei social

Evoluzione social network e web marketing

I social network stanno evidenziando un fenomeno che negli anni scorsi si riscontrava spesso all'interno dei classici forum: molte persone invece di usare i motori di ricerca o di leggere la documentazione preferiscono mandare un messaggio di aiuto sul web, sperando che qualcuno risponda con delle informazioni utili.

Questa è l'impressione che ho navigando ed usando la rete, ma esistono dei riscontri reali sulla diminuzione dell'uso dei motori di ricerca?

E se i motori di ricerca comunque non rilevassero un calo di ricerche, il fenomeno come può essere trattato ai fini del web marketing?

Tutto e subito, RTFM:

In questa analisi, al momento piuttosto empirica, possiamo classificare più tipologie di utenti:
  • I pigri che non hanno voglia di fare un minimo di fatica per documentarsi in maniera autonoma.
  • Gli approfittatori che, anch'essi, non vogliono fare fatica.
  • Chi ignora l'esistenza dei motori di ricerca (e qui noto molto spesso persone giovanissime).
  • Chi conosce i motori di ricerca ma non li sa usare.
  • Chi dopo aver fatto ricerche e dopo essersi documentato non ha trovato delle risposte e quindi spera di trovare qualcuno in grado di aiutarlo.
Fino a qualche anno fa la risposta classica a chi apparteneva a queste categorie (eccetto l'ultima) era RTFM, ovvero un invito a leggere la documentazione o a fare una semplice ricerca prima di scomodare gli altri.

Ovviamente il buonismo dilagante ha ridotto parecchio questo tipo di risposta, di fatto favorendo e giustificando la pigrizia o l'ignoranza.

Giusto qualche minuto fa ho letto un post su Google+ di un "web developer" che chiedeva una informazione tecnica che dovrebbe essere nota a chiunque svolga questo lavoro. Uno sviluppatore web dovrebbe essere in grado di trovare una soluzione in completa autonomia ed in tempi rapidissimi nel caso gli mancasse tale nozione. Ed invece vuoi per comodità o per l'incapacità di saper usare i motori di ricerca, ha preferito usare Google+... e qualcuno gli ha pure risposto!

Mentre la scorsa settimana sono stato contattato da un conoscente che mi chiedeva se gli potevo dare un suggerimento per dove acquistare un detergente, bastava una ricerca su Google ed invece ha usato Facebook.

Questo fenomeno come influisce nel Web Marketing e nella SEO?


Queste mie osservazione si basano sull'esperienza diretta che ho quotidianamente nell'uso della rete, ma non sono il primo che ha notato come i social network siano una fonte per la ricerca di informazioni.

Esistono già alcuni studi che evidenziano come la ricerca tradizionale spesso sia sostituita, o comunque affiancata, dalla ricerca attraverso i social. Ad esempio lo scorso anno è stato pubblicato un report da parte della nota azienda di ricerche Forrester che sottolinea appunto questo trend.

Una percentuale sempre più elevata di utenti raggiunge i siti web passando per i social network.

Ecco quindi che quando si vuole promuovere online un brand, un prodotto, dei servizi o anche un negozio, è sempre più importante tenere in considerazione i social network e non fossilizzarsi solamente sulle attività di posizionamento nei motori di ricerca.

Ovviamente il web marketing fatto usando i social network non è adatto ad ogni tipologia di azienda, però in moltissimi casi, se strutturato, pianificato e seguito in maniera corretta, può offrire dei risultati molto interessanti.